Nel mio post precedente qui ho descritto come configurare un server Jitsi utilizzando la directory Domino come LDAP. Tale configurazione richiede l’autenticazione di tutti gli utenti prima di partecipare a una chat room.

Un mio cliente voleva una cosa diversa, vuole fare incontri video con persone esterne alla sua organizzazione, che ovviamente non sono elencate nella directory Domino. Ho fatto qualche ricerca e nei forum di Jitsi ho visto alcune altre persone hanno fatto qualcosa su questo argomento, così alla fine ho trovato una soluzione.

L’idea è questa, un utente ha bisogno di accedere con autenticazione per creare una nuova stanza mentre un ospite deve solo fare clic sul link della stanza per accedervi senza alcuna autenticazione.

NOTA: per fare questo lavoro si dovrebbe fare upt update e apt upgrade per ricevere l’ultima versione dei pacchetti utilizzati. In un primo momento per me questo non funzionava, ma dopo l’aggiornamento che ha fatto.

 

1) Andare in /etc/prosody/conf.avail, vedrai un file con il tuo nome host e l’estensione.lua. Nel mio caso il server è denominato meeting.eld.it
Modificarlo ed alla fine del file aggiungere questo

 

VirtualHost "guest.meeting.eld.it"
  authentication = "anonymous"
  allow_empty_token = true
  c2s_require_encryption = false

 

2) Quindi modificare il file /etc/jitsi/meet/meeting.eld.it-config.js e aggiungere un dominio per anonimo.

hosts: {
// XMPP domain.
domain: 'meeting.eld.it',
anonymousdomain: 'guest.meeting.eld.it',

 

3) Aggiungere questa riga nel file /etc/jitsi/jicofo/sip-communicator.properties

org.jitsi.jicofo.auth.URL=XMPP:meeting.eld.it

 

Ora, quando un utente accede al server e creare una stanza gli vengono richieste le credenziali

 

Tutti gli altri utenti possono quindi partecipare senza che vengano richieste le credenziali una volta creata la chat room.
Se si configurano due server Jitsi, è possibile utilizzare facilmente entrambe le soluzioni descritte se si desidera disporre di utenti interni per l’autenticazione e allo stesso tempo consentire l’accesso guest.

Il client Web Sametime può essere configurato con più provider di servizi esterni. Purtroppo il client sametime connect non può, è possibile definire un solo provider.