ELD Engineering consulenza IBM Notes Domino Connections Websphere

Abilitare Track Change in IBM Docs 2.0 CR3

Pubblicato in Fix,IBM Docs il

IBM Docs 2.0 CR3 introduce una nuova funzionalità, Track Change, che consente di vedere tutte le modifiche effettuate dai vari autori ad un documento.

Per abilitarlo bisogna andare nel menu Team e selezionare Track Change

In alto a destra vedrete una nuova icona vicino al bottone Share

Facendo click  sull’icona si vedranno tutte le modifiche effettuate
dai vari autori

Facendo click su una persona, vedrete solo le modifiche effettuate da quella persona

Facendo ancora click sulla persona si torneranno a vedere tutte le modifiche.

Potete vedere un video su come abilitare questa funzionalità sul blog di Martti Garden, qui


Domino dalla versione 10 all’anno 2025

Pubblicato in Annunci,Domino,Notes il

Come forse alcuni di voi hanno già scoperto IBM ha annunciato l’uscita della Release 10 di Domino e Notes per la seconda metà dell’anno prossimo.

Ma non solo…

In questo annuncio ci sono altri due punti altrettanto importanti:

Il primo è la partnership strategica con HCL Technologies per quanto riguarda lo sviluppo delle prossime versioni della famiglia di prodotti Domino e cioè

Domino
Notes (on premises and SmartCloud)
Traveler
Verse
Sametime
IBM Client Access
IMSMO (mail support for Microsoft Outlook)

Quindi tutti i prossimi sviluppi della piattaforma verranno realizzati da HCL sotto la supervisione di IBM che continuerà a detenere tutta la parte di marketing , supporto e vendita dei prodotti. Assomiglia molto alla relazione che intercorreva fra Lotus ed Iris negli primi anni di sviluppo di Notes….

Inoltre da Novembre 2017 (cioè fra pochi giorni) IBM farà partire il progetto Domino 2025 Jam inteso come una serie di incontri in giro per il mondo con lo scopo di raccogliere Feedback e suggerimenti dai clienti e dai partner su come vorrebbero che diventasse Domino nel 2025. Si tratta quindi di tracciare la strada per i prossimi anni per arrivare ad un risultato condiviso con chi utilizza Domino da anni e vuole vederlo crescere .

Quindi non solo si parla di rivitalizzare Domino ma anche di estenderlo e farlo crescere in base alle aspettative della comunità e degli utenti.

Non c’è più una data di “fine vita” per Domino e nemmeno un “almeno fino al “.

Questo significa dare nuova vita al prodotto e soprattutto salvaguardare gli attuali investimenti !!

Ecco il video con l’annuncio di Ed Brill


IBM Domino Application on Cloud disponibile da Ottobre 2017

Pubblicato in Applicazioni,Domino il

Il 19 Settembre si è tenuto a Tokio l’ IBM Notes / Domino Day 2017 e durante l’evento Ed Brill ha annunciato il nuovo servizio che sarà reso disponibile da IBM il prossimo mese:

IBM Domino Application on Cloud(DAC)

Domino Applications on Cloud

Di cosa si tratta ? È un nuovo servizio di hosting Domino messo a disposizione da IBM  che ne cura la gestione , inclusi backup e aggiornamenti, e che sembra finalmente fornire la piattaforma cloud su cui gli utenti possono distribuire le proprie applicazioni Notes / Domino personalizzate .

Si tratta evidentemente di un grosso passo in avanti rispetto all’annuncio di XPages su Bluemix. In questo caso stiamo parlando di un servizio in cloud che e’ Domino al 100% ed in cui  si possono spostare le proprie applicazioni mantenendo il codice LotusScript e, ad esempio, la schedulazione degli agenti sul server.

IBM risolve quindi il problema che Bluemix non aveva chiuso del tutto e cioè la possibilità di portare in cloud applicazioni che non sono al 100% sviluppate in Xpages : in moltissimi casi questo si era rivelato un limite nei casi di utenti che avevamo applicazioni sviluppate con uso di LotusScript ed altri elementi non-Xpages (che, per quanto abbiamo modo di vedere, sono probabilmente ancora la maggioranza).

In aggiunta anche la possibilità di replicare le applicazioni fra il could e l’ambiente on-premise consente una notevole flessibilità, specialmente in fase di migrazione e di rilascio.

Dal primo annuncio fatto le maggiori caratteristiche sembrano essere:

  • Ambiente Domino costruito con il cert ID dell’utente
  • Gli utenti possono creare e muovere sul cloud le proprie applicazioni Notes Domino
  • Le applicazioni possono essere utilizzate via web o con Notes Client
  • I dati e ele applicazioni possono essere crittografati
  • Gestione del routing di posta e quindi invio email
  • Gestione della schedulazioni degli agenti
  • Replica far le applicazioni sul Cloud e quelle presenti on-premise
  • Upgrade del server gestito da IBM
  • Possibilità di clustering e DAOS

Non è invece possibile , da parte degli utenti, prendere controllo dell’ amministrazione del server mentre pare che il limite delle applicazioni sarà a 25 Gb.

Il servizio sarà inizialmente disponibile dai seguenti Data Center:

  • Dallas, USA
  • Tokyo
  • Frankfurt / Amsterdam

Potete leggere la presentazione completa da IBM a questo link : Domino Applications On Cloud

Oppure vedere il relativo video di presentazione:

Una note aggiuntiva : avete notato come stia tornando il giallo in queste presentazioni ?


IBM Domino Feature Pack 9 Interim Fix 1 disponibile on IBM Fix Central

Pubblicato in Fix il

domino smtp

IBM ha rilasciato la Interim Fix 1 per IBM Domino Feature Pack 9 .

La fix principale riguarda la regressione su SMTP che causava header malformati e che blocca la consegna della posta se si ha nel notes.ini il parametro SMTPVerifyAuthenticatedSender=1.
(Fix Available: SMTP regression issue in Domino 9.0.1 FP9 can cause malformed headers & prevent Internet mail delivery with SMTPVerifyAuthenticatedSender=1).

I sintomi del problema possono essere rilevati con la ricezione di messaggi contenenti nomi di mittente alterati e non corretti.
Aprendo il messaggio e componendo una risposta causa inoltre la generazione di caratteri errati nell’header del messaggio e nei campi contenenti il destinatario.

Informazioni dettagliate su questo rilascio possono essere trovate nella pagina IBM a questo link .


IBM Traveler 9.0.1.19 Server disponibile su IBM Fix Central

Pubblicato in Fix,Posta il

IBM Traveler

IBM Traveler 9.0.1.19 è ora disponibile su IBM Fix Central : si tratta di una maintenance release che fornisce fix ad alcune APAR e delle nuove caratteristiche.

Le prinicipali novità di questa versione di Traveler sono :
– Supporto per MS SQL Server 2016 Enterprise Edition.
– Aggiornamento dei certificati APNS ora con scadenza 1/8/2018.
– Miglioramenti del funzionamento come “Run as User”.

In particolare quest’ultima funzionalità che permette a Traveler di essere eseguito con l’impostazione “Run as a User” invece che come server deve essere verificata con più attenzione in quanto può cambiare la modalità di sincronizzazione per gli utenti finali e portare a dei comportamenti non voluti.

E’ quindi importante, prima di effettuare l’upgrade,  leggere questo Flash Alert pubblicato da IBM dal titolo esplicativo

How to resolve synchronization issues that start after upgrading to IBM Traveler 9.0.1.18 (or higher)

Queste invece sono le fix introdotte con questa versione:

APAR # Abstract
LO92524 Sync performance impacted if syncing a large repeating calendar event.
LO92525 Reply notice sent from an FYI recipient for a calendar event when processed on a mobile device.
LO92557 Cancelled event may appear ghosted after the cancel on the iOS Native Calendar application.
LO92638 Add invitee from native iOS Calendar application and the recipient may be added twice to the meeting.
LO92645 Error reading some policy documents when Run as User feature is enabled.
LO92713 User unable to sync when sync request is internally routed from an older server to a 9.0.1.18 or later server.
LO92728 DB Connection exception during migration from Derby to an Enterprise database.
LO92783 Android user incorrectly denied access if specific set of administration settings are enabled.
LO92829 Handle comma character in display name for mail sent from an Outlook client.
LO92881 High CPU may be seen on the database server for one particular SQL query.
LO92897 Update APNS Certificates, new expiration is 8/1/2018.

 

Versioni di Domino supportate

IBM Traveler 9.0.1.3 (e versione successive) può essere installato in standalone mode su queste versioni di Domino:

    • IBM Domino 9.0.1 Enterprise Server
    • IBM Domino 9.0.1 Messaging Server
    • IBM Domino 9.0 Enterprise Server
    • IBM Domino 9.0 Messaging Server
    • IBM Domino 8.5.3 Enterprise Server (with Domino 8.5.3 Upgrade Pack 1 installed)
    • IBM Domino 8.5.3 Messaging Server (with Domino 8.5.3 Upgrade Pack 1 installed)

IBM Traveler 9.0.1.3 (e versione successive) può essere installato  in high availability mode su queste versioni di Domino:

    • IBM Domino 9.0.1 Enterprise Server
    • IBM Domino 9.0 Enterprise Server
    • IBM Domino 8.5.3 Enterprise Server (with Domino 8.5.3 Upgrade Pack 1 installed)

 


Daos e crittografia

Pubblicato in Domino,Posta il

Daos è l’acronimo di  Domino Attachment e Object Service.

Per chi non lo ricordasse Daos consolida l’archiviazione di allegati inviati a più documenti e / o database sullo stesso server Domino . In altre parole se una email con un allegato viene inviata a più persone l’allegato viene salvato una volta sola , appunto all’interno di DAOS . Il risparmio di spazio è evidente : se invio un’email con un allegato di 1 Mb a 10 persone vado ad occupare 10 Mb di spazio ma con il Daos attivo ne salvo una sola copia a cui tutti fanno riferimento e quindi occupo solo 1 Mb.

Quindi ogni oggetto DAOS (cioè un allegato) esiste solo una volta all’interno di un server Domino e viene memorizzato al di fuori del database Notes e come singolo file Notes Large Object (.NLO).

Un punto a cui fare molta attenzione è che, per default, gli oggetti del Daos ( quindi i file .nlo ) vengono crittografati usando l’ ID del server (a meno che non scriviate nel notes.ini la riga DAOS_ENCRYPT_NLO = 0 ) .

E’ una scelta da parte di IBM che obiettivamente non capisco al 100% . Crittografare questi files su di una normale installazione Domino è nella maggior parte dei casi un’attività non molto utile: se i file NSF sul server Domino non sono crittografati e il server.id non è protetto da una password, non ha molto senso avere i crittografia NLO. Infatti il per decrittare i file ( nel caso di un accesso malevolo) è sufficiente una copia del server ID che, se non è protetto da password, può essere utilizzato senza problemi.

Per esperienza abbiamo visto che praticamente nessuno chiude l’ ID del server con una password: viene considerata una pratica inutile e scomoda, basti pensare che ad ogni riavvio del server stesso viene richiesta la password sulla console del server ed in mancanza di questa il server non riparte.

D’altronde la crittografia del DAOS può anche portare problemi inaspettati in caso di migrazione di un server ad un differente ID : in un caso del genere gli allegati non possono più essere decrittati in quanto l’ ID è cambiato e non c’e’ esiste più corrispondenza.

Un esempio:

Supponete di avere un server A (col suo ID a.id ) che volete migrare su una nuova piattaforma Hw e Sw . La procedura utilizzata è quella di creare un nuovo server B con il suo id temporaneo (b.id), replicare tutto dal server A in produzione verso quello nuovo B e quindi chiudere i due Domino , scambiare i server ID (e gli indirizzi IP ) fa le due macchine e quindi far ripartire il tutto. In un caso del genere se vi dimenticate di togliere l’encryption al nuovo server Domino B in fase di installazione avrete senz’altro dei problemi.

Il Daos del nuovo server verrà crittografato durante le repliche utilizzando l’ID del server B ma al momento in cui farete lo switch degli ID per portare in produzione il nuovo server col vecchio ID tutti gli allegati non saranno più raggiungibili in quanto crittografati da un ID server diverso.

Vero che IBM ha previsto questo caso e rende possibile la decrittazione dei file nel Daos con queste procedure ma comunque si tratta di operazioni abbastanza pesanti e che soprattutto hanno bisogno del server ID utilizzato per crittografare i files.

Quindi, per evitare la crittografia del Daos , ricordatevi di impostare il parametro notes.ini per disattivarlo:  DAOS_ENCRYPT_NLO = 0 .


Domino in tour 2017

Pubblicato in Annunci il

Domino in Tour 2017 : le date

Condividiamo qui il video preparato da IBM relativo alle date di Domino in Tour 2017.

 

Se non vi siete ancora registrati vi ricordiamo che potete iscrivervi a link https://ibm.biz/Bdik7K citando Eld Engineering nel campo “Invito ricevuto da”


IBM ha rilasciato la versione 2.0.2.5 di IMSMO (Ibm Mail Support for Microsoft Outlook)

Pubblicato in Domino,Notes il

L’8 Agosto IBM ha rilasciato la versione 2.0.2.5 di IMSMO (Ibm Mail Support for Microsoft Outlook) , sia per cloud che on-premises.
IMSMO sincronizza la posta di Notes / Domino o Smartcloud con Microsoft Outlook, permettendo così agli utenti di gestire la posta stessa (basata su di un server Domino), il calendario ed i contatti con Microsoft Outlook.
IBM mail support for Microsoft Outlook (IMSMO) include sia componenti server che client ma l’ultimo aggiornamento riguarda solo la parte client.

A questo link trovate l’elenco delle fix e delle nuove feature.

imsmo

Per chi volesse più informazioni su IMSMO questo è il link alla pagina IBM

 


IBM rilascia Verse On-Premises V1.0.2

Pubblicato in IBM Verse il

IBM Verse On-Premises V1.0.2 offre prestazioni migliorate, interfaccia aggiornata e funzionalità aggiuntive agli utenti locali

Oltre alle prestazioni migliori e all’interfaccia utente aggiornata, IBM Verse On-Premises V1.0.2 continua a sviluppare le fondamenta stabilite all’inizio di quest’anno per gli utenti locali fornendo le seguenti funzionalità precedentemente disponibili solo nelle implementazioni cloud:

  • Calendario Posta in arrivo
  • Anteprima degli allegati
  • Sincronizzazione delle password per i messaggi crittografati
  • Supporto per IBM Connections V6
  • Estensibilità

Tra i numerosi miglioramenti dell’interfaccia utente e i guadagni di prestazioni in Verse On-Premises V1.0.2, le nuove funzionalità includono:

Calendario Posta in arrivo. Quando rispondi alle notifiche del calendario visualizzi contemporaneamente il tuo calendario. La nuova posta in arrivo con calendario organizza tutti gli avvisi di calendario in un unico punto.
Anteprima degli allegati. È possibile visualizzare immediatamente i documenti Microsoft ™ Office, i documenti OpenOffice e i PDF in Verse On-Premises. Visualizza documenti, fogli di calcolo e presentazioni nei formati binari di Microsoft Office come .ppt e .doc.  Formati di OpenOffice come .odt e .ods e formati XML basati su Microsoft Office come .docx o .xlsx.
Sincronizzazione delle password per i messaggi crittografati. Quando si legge un messaggio crittografato, Verse On-Premises richiederà di inserire la password Notes se la password immessa non corrisponde alla password HTTP.
Supporto per IBM Connections V6.0. L’entitlement per IBM Connections V6.0 File e Profili viene esteso a utenti IBM Notes e Domino tramite IBM Domino V9.0.1 Feature Pack 9.

Estensibilità e registro delle applicazioni. È possibile creare, registrare e distribuire funzioni aggiuntive in Verse On-Premises che sono adatti alle tue esigenze. Utilizzando i punti di estensione Verse On-Premises, è possibile integrare Verse On-Premises con le proprie applicazioni.

Questo è il link all’annuncio ufficiale di IBM

Prerequisiti:
I s.o. supportati sono Red Hat Enterprise Linux and Windows Server 64-bit .
I prerequisiti di prodotto sono:
IBM Domino V9.01, Feature Pack 9
IBM Connections V5.5, o successivo

IBM Verse


Domino Crash & Performance: differenze fra Crash ed Hang e come raccogliere i dati di diagnostica Domino

Pubblicato in Domino,Supporto il

Il supporto IBM Collaboration Solutions (Lotus) organizza per il 30/8/2017  (15:00 UTC/GMT) un webcast dalla durata di circa 60 minuti sul tema:

Domino Crash & Performance: Differentiating Crash vs Hang and How to collect Domino diagnostics data

Questa sessione ha lo scopo di differenziare i casi di crash da quelli di Hang nel server Domino e la raccolta di dati diagnostici necessari per la risoluzione dei problemi.

Per avere i dettagli su come partecipare (link, orari ecc.) consultate la relativa pagina IBM.

Unisciti al supporto IBM Collaboration Solutions per la serie di sessioni JUMP dove esperti tecnici condividono le loro conoscenze e rispondono alle tue domande.

Questi webcast sono progettati per affrontare argomenti specifici e fornire uno scambio tecnico approfondito e focalizzato in un conveniente formato webcast in linea.

Per ulteriori informazioni sulle sessioni JUMP, visitare la pagina SOMMARIO di JUMP di IBM Collaboration Solutions Support.