ELD Engineering consulenza IBM Notes Domino Connections Websphere

Domino dalla versione 10 all’anno 2025

Pubblicato in Annunci,Domino,Notes il

Come forse alcuni di voi hanno già scoperto IBM ha annunciato l’uscita della Release 10 di Domino e Notes per la seconda metà dell’anno prossimo.

Ma non solo…

In questo annuncio ci sono altri due punti altrettanto importanti:

Il primo è la partnership strategica con HCL Technologies per quanto riguarda lo sviluppo delle prossime versioni della famiglia di prodotti Domino e cioè

Domino
Notes (on premises and SmartCloud)
Traveler
Verse
Sametime
IBM Client Access
IMSMO (mail support for Microsoft Outlook)

Quindi tutti i prossimi sviluppi della piattaforma verranno realizzati da HCL sotto la supervisione di IBM che continuerà a detenere tutta la parte di marketing , supporto e vendita dei prodotti. Assomiglia molto alla relazione che intercorreva fra Lotus ed Iris negli primi anni di sviluppo di Notes….

Inoltre da Novembre 2017 (cioè fra pochi giorni) IBM farà partire il progetto Domino 2025 Jam inteso come una serie di incontri in giro per il mondo con lo scopo di raccogliere Feedback e suggerimenti dai clienti e dai partner su come vorrebbero che diventasse Domino nel 2025. Si tratta quindi di tracciare la strada per i prossimi anni per arrivare ad un risultato condiviso con chi utilizza Domino da anni e vuole vederlo crescere .

Quindi non solo si parla di rivitalizzare Domino ma anche di estenderlo e farlo crescere in base alle aspettative della comunità e degli utenti.

Non c’è più una data di “fine vita” per Domino e nemmeno un “almeno fino al “.

Questo significa dare nuova vita al prodotto e soprattutto salvaguardare gli attuali investimenti !!

Ecco il video con l’annuncio di Ed Brill


IBM Domino Application on Cloud disponibile da Ottobre 2017

Pubblicato in Applicazioni,Domino il

Il 19 Settembre si è tenuto a Tokio l’ IBM Notes / Domino Day 2017 e durante l’evento Ed Brill ha annunciato il nuovo servizio che sarà reso disponibile da IBM il prossimo mese:

IBM Domino Application on Cloud(DAC)

Domino Applications on Cloud

Di cosa si tratta ? È un nuovo servizio di hosting Domino messo a disposizione da IBM  che ne cura la gestione , inclusi backup e aggiornamenti, e che sembra finalmente fornire la piattaforma cloud su cui gli utenti possono distribuire le proprie applicazioni Notes / Domino personalizzate .

Si tratta evidentemente di un grosso passo in avanti rispetto all’annuncio di XPages su Bluemix. In questo caso stiamo parlando di un servizio in cloud che e’ Domino al 100% ed in cui  si possono spostare le proprie applicazioni mantenendo il codice LotusScript e, ad esempio, la schedulazione degli agenti sul server.

IBM risolve quindi il problema che Bluemix non aveva chiuso del tutto e cioè la possibilità di portare in cloud applicazioni che non sono al 100% sviluppate in Xpages : in moltissimi casi questo si era rivelato un limite nei casi di utenti che avevamo applicazioni sviluppate con uso di LotusScript ed altri elementi non-Xpages (che, per quanto abbiamo modo di vedere, sono probabilmente ancora la maggioranza).

In aggiunta anche la possibilità di replicare le applicazioni fra il could e l’ambiente on-premise consente una notevole flessibilità, specialmente in fase di migrazione e di rilascio.

Dal primo annuncio fatto le maggiori caratteristiche sembrano essere:

  • Ambiente Domino costruito con il cert ID dell’utente
  • Gli utenti possono creare e muovere sul cloud le proprie applicazioni Notes Domino
  • Le applicazioni possono essere utilizzate via web o con Notes Client
  • I dati e ele applicazioni possono essere crittografati
  • Gestione del routing di posta e quindi invio email
  • Gestione della schedulazioni degli agenti
  • Replica far le applicazioni sul Cloud e quelle presenti on-premise
  • Upgrade del server gestito da IBM
  • Possibilità di clustering e DAOS

Non è invece possibile , da parte degli utenti, prendere controllo dell’ amministrazione del server mentre pare che il limite delle applicazioni sarà a 25 Gb.

Il servizio sarà inizialmente disponibile dai seguenti Data Center:

  • Dallas, USA
  • Tokyo
  • Frankfurt / Amsterdam

Potete leggere la presentazione completa da IBM a questo link : Domino Applications On Cloud

Oppure vedere il relativo video di presentazione:

Una note aggiuntiva : avete notato come stia tornando il giallo in queste presentazioni ?


Daos e crittografia

Pubblicato in Domino,Posta il

Daos è l’acronimo di  Domino Attachment e Object Service.

Per chi non lo ricordasse Daos consolida l’archiviazione di allegati inviati a più documenti e / o database sullo stesso server Domino . In altre parole se una email con un allegato viene inviata a più persone l’allegato viene salvato una volta sola , appunto all’interno di DAOS . Il risparmio di spazio è evidente : se invio un’email con un allegato di 1 Mb a 10 persone vado ad occupare 10 Mb di spazio ma con il Daos attivo ne salvo una sola copia a cui tutti fanno riferimento e quindi occupo solo 1 Mb.

Quindi ogni oggetto DAOS (cioè un allegato) esiste solo una volta all’interno di un server Domino e viene memorizzato al di fuori del database Notes e come singolo file Notes Large Object (.NLO).

Un punto a cui fare molta attenzione è che, per default, gli oggetti del Daos ( quindi i file .nlo ) vengono crittografati usando l’ ID del server (a meno che non scriviate nel notes.ini la riga DAOS_ENCRYPT_NLO = 0 ) .

E’ una scelta da parte di IBM che obiettivamente non capisco al 100% . Crittografare questi files su di una normale installazione Domino è nella maggior parte dei casi un’attività non molto utile: se i file NSF sul server Domino non sono crittografati e il server.id non è protetto da una password, non ha molto senso avere i crittografia NLO. Infatti il per decrittare i file ( nel caso di un accesso malevolo) è sufficiente una copia del server ID che, se non è protetto da password, può essere utilizzato senza problemi.

Per esperienza abbiamo visto che praticamente nessuno chiude l’ ID del server con una password: viene considerata una pratica inutile e scomoda, basti pensare che ad ogni riavvio del server stesso viene richiesta la password sulla console del server ed in mancanza di questa il server non riparte.

D’altronde la crittografia del DAOS può anche portare problemi inaspettati in caso di migrazione di un server ad un differente ID : in un caso del genere gli allegati non possono più essere decrittati in quanto l’ ID è cambiato e non c’e’ esiste più corrispondenza.

Un esempio:

Supponete di avere un server A (col suo ID a.id ) che volete migrare su una nuova piattaforma Hw e Sw . La procedura utilizzata è quella di creare un nuovo server B con il suo id temporaneo (b.id), replicare tutto dal server A in produzione verso quello nuovo B e quindi chiudere i due Domino , scambiare i server ID (e gli indirizzi IP ) fa le due macchine e quindi far ripartire il tutto. In un caso del genere se vi dimenticate di togliere l’encryption al nuovo server Domino B in fase di installazione avrete senz’altro dei problemi.

Il Daos del nuovo server verrà crittografato durante le repliche utilizzando l’ID del server B ma al momento in cui farete lo switch degli ID per portare in produzione il nuovo server col vecchio ID tutti gli allegati non saranno più raggiungibili in quanto crittografati da un ID server diverso.

Vero che IBM ha previsto questo caso e rende possibile la decrittazione dei file nel Daos con queste procedure ma comunque si tratta di operazioni abbastanza pesanti e che soprattutto hanno bisogno del server ID utilizzato per crittografare i files.

Quindi, per evitare la crittografia del Daos , ricordatevi di impostare il parametro notes.ini per disattivarlo:  DAOS_ENCRYPT_NLO = 0 .


IBM ha rilasciato la versione 2.0.2.5 di IMSMO (Ibm Mail Support for Microsoft Outlook)

Pubblicato in Domino,Notes il

L’8 Agosto IBM ha rilasciato la versione 2.0.2.5 di IMSMO (Ibm Mail Support for Microsoft Outlook) , sia per cloud che on-premises.
IMSMO sincronizza la posta di Notes / Domino o Smartcloud con Microsoft Outlook, permettendo così agli utenti di gestire la posta stessa (basata su di un server Domino), il calendario ed i contatti con Microsoft Outlook.
IBM mail support for Microsoft Outlook (IMSMO) include sia componenti server che client ma l’ultimo aggiornamento riguarda solo la parte client.

A questo link trovate l’elenco delle fix e delle nuove feature.

imsmo

Per chi volesse più informazioni su IMSMO questo è il link alla pagina IBM

 


Domino Crash & Performance: differenze fra Crash ed Hang e come raccogliere i dati di diagnostica Domino

Pubblicato in Domino,Supporto il

Il supporto IBM Collaboration Solutions (Lotus) organizza per il 30/8/2017  (15:00 UTC/GMT) un webcast dalla durata di circa 60 minuti sul tema:

Domino Crash & Performance: Differentiating Crash vs Hang and How to collect Domino diagnostics data

Questa sessione ha lo scopo di differenziare i casi di crash da quelli di Hang nel server Domino e la raccolta di dati diagnostici necessari per la risoluzione dei problemi.

Per avere i dettagli su come partecipare (link, orari ecc.) consultate la relativa pagina IBM.

Unisciti al supporto IBM Collaboration Solutions per la serie di sessioni JUMP dove esperti tecnici condividono le loro conoscenze e rispondono alle tue domande.

Questi webcast sono progettati per affrontare argomenti specifici e fornire uno scambio tecnico approfondito e focalizzato in un conveniente formato webcast in linea.

Per ulteriori informazioni sulle sessioni JUMP, visitare la pagina SOMMARIO di JUMP di IBM Collaboration Solutions Support.

 


IBM Notes /Domino 9.0.1 Feature Pack 9 (Zircon)

Pubblicato in Domino,Notes il

IBM ha ormai rilasciato il fixpack 9 per Notes e Domino su fixcentral mentre da ieri è anche disponibile su Passport Advantage – qui potete trovare .

La lista delle fix e delle nuove feature disponibili è raggiungibile a questo link sui siti di IBM .

I part Number relativi sono elencati qui .

Buon aggiornamento a tutti !

Lotus Notes Domino


I Feature Pack di Notes ed il Domino Tour 2017

Pubblicato in Domino,Notes il

È di questi giorni l’annuncio di un nuovo Feature Pack (9) in arrivo per Notes / Domino e questo mi riporta in mente che ormai IBM è passata al cosiddetto ‘continuous delivery model’ .
In altre parole invece di fare degli aggiornamenti consistenti ma con tempi più lunghi si è passati ai feature pack che contengono magari un minor numero di aggiornamenti o di fix ma che vengono rilasciati più spesso.
E su questo punto, da tecnico e da utente, posso solo essere contento: passa meno tempo fra la segnalazione di un malfunzionamento e la distribuzione della fix relativa a tutta la comunità Notes Domino .
Però questo porta ad un effetto che forse è imprevisto o forse è stato sottovalutato da IBM: il numero di versione di Domino e di Notes è destinato a non cambiare più in quanto si incrementa solo il numero di Feature Pack.
Tecnicamente non cambia nulla ma a livello di percezione e di marketing la differenza è enorme: la frase “non ci saranno più nuove versioni di Notes” l’ho già sentita e di solito preludeva ad altre preposizioni contenenti il concetto “IBM non ci crede più ed il prodotto è alla fine dei suoi giorni”.
A parte il fatto che da almeno 10 anni o più sento dire queste frasi qui siamo di fronte alla classica dicotomia fra le esigenze tecniche (Feature Pack) e quelle di Marketing, dove il secondo sta in questo momento soccombendo.
Ecco, tutto questo per sottolineare lo scollamento fra le intenzioni tecniche e la percezione degli utenti: non vediamo nessuna condanna per Notes e Domino, questi cambio di modalità non sottintende nessuna catastrofe in arrivo.
Però è anche vero che il marketing è importante è che la percezione deve essere cambiata.
Sono contento di vedere che questi punti sono stati recepiti da IBM è la conseguenza (spero non l’unica!) è stata l’organizzazione del Domino Tour 2017 , evento che considero importante proprio perché rivolto ai clienti IBM Domino e Notes e nato col chiaro intento di spiegare anche questa situazione , i suoi motivi ed i risvolti nascosti che non ci sono…Insomma, la rivincita del Marketing!!
Lotus Notes Domino
P.S.  Vi ricordo che le date ed il modulo per iscirivervi all’evento sono qui: http://www.eldeng.it/blog/2017/07/14/domino-tour-aggiornamento-date/


Domino in tour: aggiornamento date

Pubblicato in Annunci,Domino,Notes il

Le date dell’evento “Domino in tour”  sono state aggiornate da IBM . In particolare sono state modificate le prime due date che erano in Luglio spostandole a Settembre.

Ricordiamo che potete iscrivervi a link https://ibm.biz/Bdik7K citando Eld Engineering nel campo “Invito ricevuto da”

Il workshop IBM si terrà quindi nelle sedi IBM in queste date:

Padova 5 Settembre Ore 14:00
Bologna 6 Settembre ore 10:00
Roma 6 Settembre ore 10:00
Cagliari 7 Settembre ore 10:00
Genova 7 Settembre ore 14:00
Torino 12 Settembre ore 10:00
Napoli 13 Settembre ore 10:00
Milano 13 Settembre ore 10:00      
Firenze 14 Settembre ore 10:00
Palermo 14 Settembre ore 10:00

Lotus Notes


Domino in tour 2017: vieni a conoscere le novità ed il futuro di Domino!

Pubblicato in Annunci,Domino il

Il Team Collaboration Solution di IBM sta organizzando un evento itinerante per raccontare come la piattaforma IBM Domino si sta evolvendo, a fronte degli annunci degli ultimi mesi.
I temi  trattati saranno- :
 
– Evoluzione della piattaforma di posta elettronica
– Il futuro di Domino come application server
– Uno sguardo alla Collaborazione a 360°
– Cloud: una scelta, non un obbligo
Domino in tour 2017: vieni a conoscere le novità ed il futuro di Domino!
Roma 12 Luglio ore 10:00
Genova 18 Luglio ore 14:00
Padova 5 Settembre ore 14:00
Bologna 6 Settembre ore 10:00
Cagliari 7 Settembre ore 10:00
Torino 12 Settembre ore 10:00
Napoli 13 Settembre ore 10:00
Milano 13 Settembre ore 10:00
Firenze 14 Settembre ore 10:00
Palermo 14 Settembre ore 10:00


Domino TeamMailbox : errore inviando a Gmail

Pubblicato in Domino,Notes il

Oggi sono cascato su di un problema curioso e volevo lasciarne traccia:

La TeamMailbox di OpenNtf è uno strumento molto comodo che permette di creare caselle di posta generiche con delle funzionalità in più rispetto a quelle standard di Domino e Notes . Una delle caratteristiche più apprezzate è il poter configurare il mittente della posta inviata a prescindere dall’utente che effettivamente manda l’email.

Quindi chi si vuole mantenere la classica casella di posta con indirizzo  info@xxxxx.it e nel contempo anche inviare email da questo indirizzo la trova estremamente utile.

Peccato che inviando un’email verso un indirizzo Gmail si ha un messaggio di errore di questo tipo:
Error transferring to gmail-smtp-in.l.google.COM; SMTP Protocol Returned a Permanent Error 550 5.7.1
oppure
Our system has detected that this message is 550-5.7.1 not RFC 5322 compliant: 550-5.7.1 Multiple ‘From’ headers found. 550-5.7.1

Il problema pare fosse noto da tempo ma come al solito trovare la soluzione fa spendere del tempo . In pratica quello che accade è che la routine che invia l’email per errore inserisce due volte il campo From nell’email in partenza e quindi il messaggio viene rigettato da Gmail.

Ora le soluzioni sono due: o mettere mano al codice della TeamMailbox di OpenNtf  oppure adottare il classico workaround da pochissimi minuti. Da Notes entrate nella configurazione della TeamMailbox e nella tab Advanced – Settings inserire lo stesso valore sia nel campo Mailbox title che Internet Address . Potete scrivere il semplice indirizzo di posta oppure quello nel formato Ufficio Informazioni<info@xxxxxxx.it> .

In questo modo essendo i 2 indirizzi uguali la mailbox apparentamente scrive il campo from una volta sola e Gmail accetta il messaggio senza problemi.

Se invece volete mettere mano al codice in questo link potete trovare indicazioni su come e cosa fare .

Se invece volete fare il debug estensivo delle email in uscita per vedere cosa succede sul server Domino in questo link potete trovare le indicazioni.

Lotus Notes Domino Posta